Reggio Emilia
Via Emilia Santo Stefano, 3/D
Lun - Sab 9.00 - 19.30 | Dom Chiuso

Premio Campiello

Il Campiello è un riconoscimento letterario che viene assegnato a opere di narrativa italiana. Istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto, il Premio Campiello ha segnalato all’attenzione del grande pubblico numerosi autori e romanzi che hanno fatto la storia della letteratura italiana. La prima edizione si svolse nel 1963 e vide trionfare il romanzo di Primo Levi “La Tregua”. Da lì in avanti, hanno vinto alcuni tra i principali autori italiani contemporanei, come Giorgio Bassani, Mario Rigoni Stern, Margaret Mazzantini, Antonio Tabucchi e molti altri. 

La giuria è duplice: una di esperti del settore e una popolare. La prima è preposta a nominare i cinque finalisti, mentre la seconda, composta da 300 lettori che variano ogni anno e i cui nomi rimangono segreti fino al giorno della cerimonia, determina il vincitore e garantisce l’indipendenza di giudizio.

Nato a Venezia, il premio aveva bisogno di un simbolo veneziano: il campiello, appunto, tipico spazio della vita pubblica lagunare, luogo d’incontro e scambio per tutti gli abitanti. Il Premio che viene attribuito al vincitore è la riproduzione in argento del pozzo veneziano ancora presente 
in molti campielli, fondamentale per la città in quanto unica fonte di 
acqua potabile.

Dal 2004 è stato istituito il riconoscimento Opera Prima, che viene assegnato al romanzo di un autore al suo esordio letterario.

FINALISTI - EDIZIONE 2018

ALTRI PREMI

Il sottotitolo apparir qui