Reggio Emilia
Via Emilia Santo Stefano, 3/D
Lun - Sab 9-19.30 | Dom Chiuso

Premio Strega 2018: vince Helena Janeczek

“La ragazza con la Leica” di Helena Janeczek (pubblicato da Guanda) ha vinto il Premio Strega 2018 ed è ufficialmente il miglior romanzo italiano dell’anno. Dopo 15 anni da Melania Mazzucco e il suo “Vita”, una scrittrice torna ad aggiudicarsi l’ambito riconoscimento.

“La ragazza con la Leica” ha ottenuto in totale 196 voti, superando “Resto qui” di Marco Balzano che si è fermato a 144 voti. Le altre preferenze in ordine di classifica sono andate a “La corsara” di Sandra Petrignani (101 voti), “Il gioco” di Carlo D’Amicis (57 voti) e “Questa sera è già domani” di Lia Levi (55 voti), che comunque si è aggiudicata il Premio Strega giovani.

Nata in Germania da una famiglia di origini ebreo-polacche, Janeczek è naturalizzata italiana e proprio nella nostra lingua ha scritto romanzi come “Lezioni di tenebra” e “Le rondini di Montecassino”. “La ragazza con la Leica” è invece la storia di Gerda Taro, la prima fotoreporter della storia, a lungo legata a Robert Capa e che perse la vita nel 1937, a soli 27 anni, mentre denunciava con il suo lavoro le violenze della guerra civile spagnola. “Ho scelto di raccontare la vita di Gerda perché è il simbolo di una donna libera e indipendente, che ha creduto nelle sue convinzioni”, ha dichiarato Helena Janeczek ricevendo il premio.

“La ragazza con la Leica” succede a “Le otto montagne” di Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega nel 2017 e Helena Janeczek iscrive il suo nome a un albo d’oro che comprende il meglio della letteratura italiana, da Cesare Pavese ad Alberto Moravia, da Dino Buzzati a Elsa Morante, da Primo Levi a Umberto Eco.

Per conoscere tutto quello che c’è da sapere sul Premio Strega e sugli altri riconoscimenti letterari più famosi del mondo, vi invitiamo a visitare la sezione del nostro sito dedicata ai premi letterari.