Reggio Emilia
Via Emilia Santo Stefano, 3/D
Lun - Sab 9.00 - 19.30 | Dom Chiuso

Libri da Oscar 2019!

Da “Se la strada potesse parlare” a “First man”, scoprite insieme a noi i libri da cui sono tratti i film che ieri sera sono stati protagonisti alla Notte degli Oscar 2019!

Cominciamo proprio con “Se la strada potesse parlare”, il romanzo di James Baldwin da cui è tratto l’omonimo film che ha fruttato a Regina King l’Oscar come Migliore Attrice non Protagonista: Tish è una diciannovenne innamorata di Fonny, il giovane scultore da cui aspetta un figlio. I due, che sono cresciuti insieme, hanno programmato di sposarsi, ma Fonny viene accusato ingiustamente di aver stuprato una donna. Riconosciuto colpevole e incarcerato, dovrà dimostrare la sua innocenza. Un libro denso di rabbia e dolore, ma soprattutto carico d’amore.

Soddisfazione anche per il grande Spike Lee, che vince l’Oscar per la Miglior Sceneggiatura Adattata (insieme a Charlie Wachtel, David Rabinowitz e Kevin Willmott) con “BlacKKKlansman”, il film da lui diretto e tratto dall’omonimo libro di Ron Stallworth: la storia vera di un poliziotto di colore, lo stesso Stallworth, che, nell’America di fine anni Settanta, riuscì a infiltrarsi nel Ku Klux Klan e a sabotarne le azioni usando come “controfigura” un suo collega bianco. Una missione coraggiosa, pericolosa e assolutamente paradossale.

L’Oscar per il Miglior Film d’Animazione è andato a quel capolavoro di “Spider-Man. Un nuovo universo” (firmato da Bob Persichetti, Peter Ramsey, Rodney Rothman, Phil Lord e Chris Miller), che narra le avventure di Miles Morales, diventato Uomo Ragno dopo che Peter Parker ha appeso il costume al chiodo. Una storia che fa parte di un universo alternativo rispetto al mondo Marvel che conosciamo e che ha dato origine anche all’ottimo romanzo per ragazzi “Miles Morales. Spider-Man” di Jason Reynolds.

I Migliori Effetti Visivi sono di “First man – Il primo uomo” e portano la firma di Paul Lambert, Ian Hunter, Tristan Myles e J.D. Schwalm. Il film di Damien Chazelle è tratto dall’omonimo libro del giornalista James R. Hansen, biografia di Neil Armstrong, primo uomo a essere sbarcato sulla luna. Un racconto fatto di ossessione, coraggio, incoscienza, speranza e dedizione al lavoro.

Chiudiamo la nostra carrellata segnalandovi altri due libri: “Freddie Mercury – I will rock you” di Lesley-Ann Jones, biografia del leader dei Queen scritta da una giornalista che è stata per anni nell’entourage della band: dopo il trionfo di “Bohemian Rhapsody” (Miglior Attore Protagonista, Miglior Montaggio, Miglior Montaggio Sonoro e Miglior Suono), una lettura assolutamente necessaria; infine, “Lady Gaga – La seduzione del mostro” di Alessandro Alfieri, che racconta il talento immenso di un’artista che ha saputo rinnovare l’immaginario pop, coniugando provocazione e sperimentazione visiva, i linguaggi dell’alta moda e le arti visive, fino all’Oscar vinto ieri sera per la Miglior Canzone Originale (“Shallow”, dal film “A star is born”).

(notizia pubblicata il 25 febbraio 2019)