Reggio Emilia
Via Emilia Santo Stefano, 3/D
Lun - Sab 9 - 19.30 | Dom 10 - 13 / 15.30 - 19.30

,

Resilienza

Per gli ingegneri è la capacità di un materiale di resistere agli urti senza spezzarsi. Per gli psicologi è la risorsa che consente di superare traumi e dolori più rapidamente. In ecologia descrive la predisposizione di un sistema a ritrovare l’equilibrio dopo uno shock esterno. Oggi il concetto di “resilienza” affascina soprattutto gli economisti ed è facile capirne le ragioni.

Gli sconvolgimenti che affrontiamo quotidianamente si verificano a un ritmo sempre più intenso e irregolare, sfuggendo a ogni previsione. I casi più gravi, dai disastri naturali alla recente crisi finanziaria, diventano pietre di paragone, ma cresce anche il numero dei traumi non altrettanto noti, amplificati dallo strisciante aumento delle vulnerabilità del sistema: una città è mandata in malora dalla dislocazione economica, un’azienda viene annientata dalla globalizzazione, una trasformazione ecologica rende impraticabile uno stile di vita secolare. La volatilità, in ogni settore, è oggi diventata la norma e pare destinata a rimanere tale. In tutto il mondo scienziati, politici, tecnologi, imprenditori e attivisti si stanno ponendo la medesima domanda: perché un sistema crolla mentre un altro riesce a riprendersi?

Se però è vero che non siamo in grado di controllare le maree del cambiamento, possiamo imparare a costruire imbarcazioni migliori, a progettare o ridisegnare organizzazioni, istituzioni e sistemi capaci di assorbire meglio gli sconvolgimenti.

Prenota la tua copia
Prenota la tua copia

Vuoi prenotare una copia di questo libro? Compila questo form: verificheremo la disponibilità del titolo e avrai 48 ore per andarlo a ritirare presso il punto vendita che ti indicheremo.

Maggiori
informazioni
(* campo obbligatorio)



Commenti

Il sottotitolo apparir� qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *