Reggio Emilia
Via Emilia Santo Stefano, 3/D
Lun - Sab 9 - 13 / 15.30 - 19.30 | Gio 9 - 13

Il museo dei capricci

Chiunque abbia letto un libro di Flavio Caroli o ne abbia ascoltato una lezione o una conferenza o, ancora, abbia avuto il privilegio di farsi raccontare qualche aneddoto a proposito di uno qualsiasi dei quadri della sua collezione privata sa quanto il professore abbia sempre tratto piacere dall’arte. Puro godimento, il suo, anche quando l’arte l’ha raccontata davanti a una telecamera, come sanno bene i telespettatori di “Che tempo che fa” che per undici anni hanno a loro volta “goduto” delle sue appassionate lezioni di storia dell’arte. Appare assolutamente logico dunque che a questo punto della sua carriera di storico dell’arte o, meglio, di uomo che trae piacere dall’arte, Caroli si permetta un acuto divertissement: un libro che raccoglie e illustra in un museo strutturato in trenta sale tematiche (dall’erotismo ai misteri dell’arte, dal cibo all’amore, dalle stagioni al volto delle città, dall’amore all’arte nel cinema, dalle stagioni allo scorrere del tempo e così via) 200 capolavori da rubare, la collezione ideale di un amico immaginario soprannominato “l’Innamorato”. Quale altro nome poteva del resto dare il professore all’alter ego di se stesso, profondo conoscitore e pertanto attento collezionista e intelligente divulgatore di capolavori di ogni tempo?

Prenota la tua copia
Prenota la tua copia

Vuoi prenotare una copia di questo libro? Compila questo form: verificheremo la disponibilità del titolo e avrai 48 ore per andarlo a ritirare presso il punto vendita che ti indicheremo.

Maggiori
informazioni
(* campo obbligatorio)



Commenti

Il sottotitolo apparir� qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *