Reggio Emilia
Via Emilia Santo Stefano, 3/D
Lun - Sab 9-19.30 | Dom Chiuso

La forma dell’acqua

1962. Elisa, giovane donna muta, lavora in un laboratorio scientifico di Baltimora. Impiegata come donna delle pulizie, Elisa è legata da profonda amicizia a Zelda, collega afroamericana che lotta per i suoi diritti dentro il matrimonio e la società, e Giles, vicino di casa omosessuale, discriminato sul lavoro. Diversi in un mondo di mostri dall’aspetto rassicurante, scoprono che in laboratorio (soprav)vive in cattività una creatura anfibia di grande intelligenza e sensibilità. Condannata al silenzio e alla solitudine, Elisa si innamora ricambiata di quel mistero capace di vivere tra acqua e aria.

Video

Il sottotitolo apparir� qui