Reggio Emilia
Via Emilia Santo Stefano, 3/D
Lun - Sab 9-19.30 | Dom Chiuso

E’ tornato a trovarci Aldo Cazzullo!

Martedì 2 ottobre 2018, alla Libreria All’Arco di Reggio Emilia, è ritornato Aldo Cazzullo per presentare il suo libro “Giuro che non avrò più fame”, dedicato all’anno chiave della Ricostruzione: il 1948. Insieme a lui, il vescovo Massimo Camisasca e Iva Zanicchi!

Aldo Cazzullo racconta lo scontro tra democristiani e comunisti, l’attentato a Togliatti e l’insurrezione che seguì, la vittoria al Tour di Bartali, le figure dei ricostruttori (da Olivetti a Einaudi), il ruolo fondamentale delle donne (da Lina Merlin ad Anna Magnani), l’epoca della rivista (Wanda Osiris e Totò, Macario e Govi, il giovane Sordi e Nilla Pizzi). Ma i veri protagonisti del libro sono le nostre madri e i nostri padri, la loro straordinaria capacità di lavorare e di tornare a ridere, il racconto di un tempo in cui a Natale si regalavano i mandarini, ci si spostava in bicicletta, la sera si ascoltava tutti insieme la radio e intanto si faceva dell’Italia un Paese moderno.

Aldo Cazzullo (Alba 1966), dopo 15 anni a “La Stampa”, dal 2003 è inviato ed editorialista del “Corriere della Sera”, per il quale ha seguito i principali avvenimenti italiani e internazionali. Ha dedicato più di 15 libri alla storia e all’identità del nostro Paese. “Viva l’Italia!” (2010), “Basta piangere!” (2013) e “Possa il mio sangue servire” (2015) hanno superato le centomila copie, mentre “La guerra dei nostri nonni” (2014) le trecentomila.

L’incontro ha visto la partecipazione straordinaria di Massimo Camisasca, vescovo di Reggio Emilia e Guastalla, e Iva Zanicchi. Le letture sono state a cura di Isabelle Adriani, attrice e scrittrice.