Reggio Emilia
Via Emilia Santo Stefano, 3/D
Lun - Sab 9-19.30 | Dom 9.30-19.30

Premio Scerbanenco 2017: vince “Lissy”!

luca-dandrea

Luca D’Andrea con “Lissy” ha vinto il Premio Scerbanenco 2017 per il miglior giallo italiano dell’anno. La motivazione della giuria recita: “Originale esempio di noir ambientale in cui la montagna, vera coprotagonista del romanzo, nasconde antiche paure e minacce, esplorando in modo paranoico i segreti più oscuri della provincia italiana”.

Lo scrittore nato a Bolzano ha sopravanzato gli altri quattro finalisti: Marcello Fois con “Del dirsi addio” (Einaudi), Bruno Morchio con “Un piede in due scarpe” (Rizzoli), Elena Mearini con “E’ stato breve il nostro lungo viaggio” (Cairo Publishing) e Romano De Marco con “L’uomo di casa” (Piemme).

La Giuria Letteraria, composta da Cecilia Scerbanenco (Presidente), Valerio Calzolaio, Luca Crovi, Loredana Lipperini, Sergio Pent, Sebastiano Triulzi e John Vignola, ha inoltre assegnato una menzione speciale a “Un piede in due scarpe” con la seguente motivazione: “Perché, attraverso le dinamiche traumatiche dei protagonisti, racconta con venatura psicologica noir il malessere di una città oscura come Genova”. “L’uomo di casa” si è infine aggiudicato il Premio dei Lettori per essere stato il libro più votato sul sito del festival.

Luca D’Andrea succede a Fabio Stassi, vincitore del Premio Scerbanenco 2016 con “La lettrice scomparsa”, e scrive il suo nome su un albo d’oro che vanta alcuni dei più importanti giallisti italiani, come Maurizio De Giovanni, Donato Carrisi, Carlo Lucarelli, Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo.

Per scoprire tutto sul Premio Scerbanenco e sui principali riconoscimenti letterari italiani e stranieri, vi invitiamo a consultare la sezione del nostro sito dedicata ai premi letterari.